Interpretative Phenomenological Analysis

blabbedharborIA et Robotique

23 févr. 2014 (il y a 3 années et 5 mois)

118 vue(s)

+

Interpretative Phenomenological Analysis

+

Overview


Definizione teorica, caratteristiche e obiettivi del metodo


Il processo di raccolta dati


Il processo di codifica e analisi dei dati


La presentazione dei risultati


Confronto con approcci differenti


Esempi di ricerche


Esercitazione pratica

+

Ambiti applicativi



Quando adottare il metodo IPA?


Temi altamente soggettivi ma sensibili al contesto sociale


Oggetti o fenomeni di studio relativamente nuovi


Complessità, novità e processualità


Processi relativi all’identità, al sé e alla costruzione di significato



Ambiti applicativi


Psicologia della salute


Nell’ottica di una approccio bio
-
psico
-
sociale alla salute e alla malattia


In alternativa all’approccio biomedico


Natura costruita della malattia


Valorizzazione della percezione e dell’interpretazione che il paziente fa della
sua esperienza corporea e dei significati attributi a tale esperienza



Psicologia culturale



Psicologia sociale


Links tra corpo e cognizione

+

Ambiti applicativi


AREE DI RICERCA


New genetics


Health professionals/therapist



Dementia/degenerative disease



Sexual identity and sexual health



Chronic illness


Quality of life measurement


Spirituality and bereavement



Palliative care



Mental health/addiction



Reproductive decision
-
making



Personal and cultural identity


ESEMPI


Genetic test results: failure to reassure (Michie
et al
., 2003)


Nurses’ theoretical models that shape their assessment of carers
(Carradice
et al
., 2002)


Exploration of the ‘threat to self’ in early stage Alzheimer’s disease
(Clare, 2003)


Impact of new treatments on gay men and HIV testing (Flowers
et
al
.,2001)


Chronic back pain (Osborn & Smith, 1998)


The meaning of ‘quality of life’ from those who have undergone
bone marrow transplant (Holmes
et al
., 1997)


The role of spiritual and religious beliefs in the bereavement
process and bereavement therapy (Golsworthy & Coyle, 2001)


Cancer patients’ and relatives’ views on the role of specialist
palliative care teams (Jarrett
et al
, 1999)


The self
-
identity issues raised by recovering addicts involved in a
12
-
eating disorders step programme (Larkin & Griffiths, 2000)


A man’s experience following his partner’s termination of
pregnancy and adoption for fetal abnormality (Robson, 2002)


The threat to cultural identity as told by immigrants to Britain
(Timotigevic & Breakwell, 2000)



+

Approccio teorico


Interpretativo (Outsider’s perspective)


Intero processo di produzione, codifica, organizzazione e integrazione dei dati richiede
un’attività interpretativa da parte dei ricercatori


Prospettiva ermeneutica



Fenomenologico (Insider’s Perspective)


Interesse per l’esperienza dei partecipanti


I partecipanti sono i veri esperti: gli psicologi possono imparare dagli insight degli
intervistati


La comprensione del mondo avviene attraverso la formulazione di storie e biografie che
servono a dare senso alla realtà vissuta


Ricerca del significato nelle narrative supera ogni presunzione di realtà o verità
oggettività



Interazionismo simbolico


Come il significato è costruito dagli individui all’interno di un universo simbolico che è al
tempo stesso sociale e individuale

+


Ricorsivo



Induttivo

(
Bottom up
)


Non testa ipotesi


Esplora i significati che le persone attribuiscono alle proprie esperienze


Non necessariamente deve avere una teoria di riferimento



Idiografico (non nomotetico)


Non mira alla generalizzazione



Autoriflessivo


Il ricercatore riflette sul proprio ruolo nel processo di ricerca


Doppia riflessività: processo riflessivo messo in atto sia dal partecipante sia
dal ricercatore, che insieme danno vita al racconto prodotto

Il processo di ricerca

+

Obiettivi


“Lived experience



Comprendere e interpretare l’esperienza soggettiva vissuta dai partecipanti


Significati


Esplorare i processi attraverso cui le persone danno senso alle loro esperienze e
al loro mondo personale e sociale


Participant’s personal world


Valorizzare la prospettiva soggettiva: comprensioni, percezioni e punti di vista dei
partecipanti


Evidenziare aspetti socio
-
culturali

rilevanti per l’esperienza riportata:


Effettuare interpretazioni su significati, cognizioni, emozioni e azioni personali


Tenere conto del contesto sociale e culturale

+

Domande di ricerca



Quali domande guidano la ricerca
?



Cosa pensano e come si sentono le persone?


Che tipo di esperienza vivono?


Come possiamo meglio comprendere le scelte che effettuano?

+

Esempi di domande di ricerca


Esempi di domande di ricerca:


How do gay men think about sex and sexuality? (Flowers et al., 1997)


How do people with genetic conditions view changing medical technologies?


(Chapman, 2002)


What is the relationship between delusions and personal goals? (Rhodes and


Jakes, 2000)


How do people come to terms with the death of a partner? (Golsworthy and


Coyle, 1999)


How does a woman’s sense of identity change during the transition to motherhood? (Smith,
1999)


What model of the person do priests have? (Vignoles et al., 2004)


How do people in the early stage of Alzheimer’s disease perceive and


manage the impact on their sense of self? (Clare, 2003)


What influences the decision to stop therapy? (Wilson and Sperlinger, 2004)


What forms of social support are helpful to people in pain? (Warwick et al., 2004)


How does being HIV impact on personal relationships? (Jarman et al., 2005)

+


Intervista semi
-
strutturata


Processo collaborativo


Stile non direttivo


Domande aperte, strutturate sulla base di una teoria o della letteratura precedente


Le domande sono la cornice dentro a cui si svolge il processo di intervista:


l’ordine delle domande può essere mutato


dare spazio agli elementi nuovi che l’intervistato/a fa emergere


Less is more


Piccoli gruppi di partecipanti (da 1 a 30) omogenei per caratteristiche


Numero raccomandato di partecipanti: 10
-
15


Il confronto tra intervistati è una forma di triangolazione


Metodi alternativi di raccolta dati


Focus Group (ma attenzione! IPA indaga l’esperienza soggettiva e personale)

Metodo di raccolta dati

+


L’esperienza vissuta dai pazienti che si sottopongono a dialisi renale (comporta
recarsi in ospedale per 3
-
4 volte a settimana e sottoporsi al trattamento per una
durata di circa 3 ore)


A.
Dialysis



1) Could you give me a brief history of your kidney problem from when it started to
your beginning dialysis?


2) Could you describe what happens in dialysis, in your own words?


3) What do you do when you are having dialysis?


4) How do you feel when you are dialysing?
prompt: physically, emotionally, mentally


5) What do you think about?


6) How do you feel about having dialysis?
prompt: some people/relief from previous
illness/a bind


7) How does dialysis/kidney disease affect your everyday life?
prompt: work,
interests, relationships


8) If you had to describe what the dialysis machine means to you, what would


you say?
prompt: What words come to mind, what images? Do you have a nickname
for it?

Esempio di schema di intervista (1)

+


B. Identity



9) How would you describe yourself as a person?
prompt: What sort of
person are you? Most important characteristics: happy, moody, nervy


10) Has having kidney disease and starting dialysis made a difference to how
you see yourself?
prompt: If so, how do you see yourself now as different
from before you started dialysis? How would you say you have changed?


11) What about compared to before you had kidney disease?


12) What about the way other people see you?
prompt: members of your
family, friends? changed?

Esempio di schema di intervista (2)

+




C. Coping



13) What does the term ‘illness’ mean to you? How do you define it?


14) How much do you think about your own physical health?


15) Do you see yourself as being ill?
prompt: always, sometimes? Would you
say you were an ill person?


16) On a day
-
to
-
day basis, how do you deal with having kidney disease (the
illness)?
prompt: do you have particular strategies for helping you? ways of
coping, practical, mental


17) Do you think about the future much?




Esempio di schema di intervista (3)

+


1. Determinare l’area generale su cui si vuole focalizzare l’intervista e i
sottotemi più significativi (nel caso precedente: diagnosi, effetti sull’identità e
strategie di coping)



2. Ordinare i temi secondo la sequenza più appropriata. Chiedetevi:


-

quale è l’ordine più logico con cui approcciare il tema?


-

quale è l’area più sensibile?


In generale, meglio affrontare i temi più sensibili non all’inizio ma in una fase
più avanzata dell’intervista, per permettere all’intervistato di sentirsi più
rilassato e a proprio agio.



3. Pensare alle domande più appropriate per ciascuna area



4. Pensare a possibili rilanci o suggerimenti che potrebbero seguire alle
risposte dell’intervistato

Costruire lo schema di intervista

+


Trascrivere l’intera intervista, incluse le domande dell’intervistatore



Lasciare un margine a lato per i vostri appunti e commenti



Includere le false partenza, le pause significative, gli intercalare, le risate e
altre caratteristiche rilevanti

Trascrivere le interviste

+


Sample of transcription from dialysis project



Q Right, okay, em, so I would like to start with some questions about dialysis, okay? And a very basic
one just to start with, can you tell me what you do, physically do, when you’re dialysing?


R What I actually do with myself while I’m sat there?


Q Yeah.


R Well, what I tend to do is, I always have a paper, or I watch TV, you mean actually just sat there?


Q Yeah.


R I read the papers, I always take two papers from work or a magazine and read those.


Q Do you mean work papers or?


R No, just normal everyday papers cos the problem I’ve got is because I’m right
-
handed and the fistula
(?) is on the right
-
hand side, which is the one annoyance but I can’t write.


Q Because you can’t write, yeah.


R Or else I would be able to, so I read the papers or take as many magazines as I can and I always
keep myself busy or watch TV. If I’m getting a good enough sound from the television point I watch the
news, I always do it the same way, get in, get on, read the news daily papers, any magazines I’ve got,
then if I’ve got a good enough sound on the TV I watch the news from half 6 to half 7, that’s during the
week when I’m in there, on the Sunday now I do it on a morning, I just buy a Sunday paper and I
always read the paper or read a magazine. Always the same, just so I can keep my mind occupied. I
always need to do that.


Trascrivere le interviste: esempio

+


Q So you are able to concentrate enough to be able to do?


R Yeah. And sometimes if I’m tired I can go to sleep for an hour.


Q Right.


R Or if I’ve run out of papers and sometimes I just shut me eyes for an hour, and I can fall
asleep but normally if I can I always make sure I get a magazine or a paper and read that
and do something.


Q And that sounds as though you’re, that’s quite a determined routine.


R Yeah.


Q Do you, what’s behind that, what what why do you feel the necessity to be so
methodical?


R I think what I try and do is, yeah, so that I treat it as part of normal routine, I think that’s
what I do it for, I’m sometimes, I always get a paper from work, the same papers, always
try and borrow a magazine and read and keep myself, a way not thinking about it while
I’m on, that is why I do it and watch TV, so I don’t think about the machine or I get bored if
I’m just sat there doing nothing, but mainly not so I don’t think about it, so I can just think
about reading the paper, and I read the paper from top to bottom even if I’ve, I just read
everything, it’s the same things in the same papers in the daily paper, but I always read
the same things, even if it’s just reading the same things again I read the papers from top
to bottom all the way through, and any magazines I always read them and read it from the
beginning to the end or watch the TV, always keep myself busy thinking about something
rather than that, that’s what I feel I do it for.


Trascrivere le interviste: esempio

+


Serie ricorsiva di steps



Prima fase



Lettura ripetuta e in profondità di ciascun trascritto



Familiarizzare con le narrative e i significati incorporati nelle interviste



Identificare e annotare tutti gli elementi significativi e interessanti che emergono dai dati



Assegnare un numero ad ogni frase e divisione del foglio lasciando spazio bianco per
annotare parole, temi, metafore, …

Metodo di analisi dei dati

+


Serie ricorsiva di steps



Seconda fase



Identificazione dei pattern di contenuto ricorrenti (processo di astrazione)
Organizzazione dei pattern in temi emergenti (dai commenti ai temi)


I temi non vengono selezionati sulla base della loro frequenza, ma del loro significato e
della loro rilevanza


Evidenziare similarità e differenze tra gruppi di partecipanti


Organizzazione dei dati in categorie tematiche


Associare ciascun tema a citazioni che ne catturino il significato


A poco a poco le etichette di carattere più sintetico emergono dai dati

Metodo di analisi dei dati

+


Serie ricorsiva di steps



Terza fase



Identificazione delle relazione tra i temi individuati (ordine di connessione di carattere
più teorico e analitico). Alcuni temi vengono accorpati, altri divengono categorie super
-
ordinate



Classificazione dei temi in categorie super
-
ordinate

Metodo di analisi dei dati

+


Lista iniziale di temi




Anger and pain


Struggle to accept self and identity


unwanted self


Lack of control over self


Responsibility, self vs pain


Shameful self


struggle with unwanted self


Fear of judgement


Unwanted self rejected as true self


Attribution of unwanted self to the pain


Defence of original self


Ranking duress, self vs pain


Shame of disclosure


Rejection of change


Avoidance of implications


Struggle to accept new self


Undesirable, destructive self


Shame


Undesirable behaviour ascribed to pain


Lack of compassion


Conflict of selves, me vs not me


Living with a new ‘me’

Esempio di progressiva identificazione
dei temi (1)

+

Tabella dei temi per il primo partecipante



Parole chiave tratte dal testo








(inserire pagine e riga)



1. Living with an unwanted self


Undesirable behaviour ascribed to pain



‘it’s the pain’


Struggle to accept self and identity


unwanted self


‘who I am’


Unwanted self rejected as true self



‘hateful bit’


Struggle to accept new self




‘hard to believe’


Undesirable, destructive self




‘mean’


Conflict of selves, me vs not me



‘me not me’


Living with a new self




‘new me’



2. A self that cannot be understood or controlled


Lack of control over self




‘can’t help’


Rejection of change




‘still same’


Avoidance of implications




‘no different’


Responsibility, self vs pain




‘understand’



3. Undesirable feelings


Shame






‘disgusting’


Anger and pain





‘snappy’


Lack of compassion




‘don’t care’


Confusion, lack of control




‘no idea’


Ranking duress, self vs pain




‘cope’


Shame of disclosure




‘talk’

Esempio di progressiva identificazione
dei temi (2)

+


Due possibilità




Cominciare con una sola intervista e proseguire con le altre


I temi individuati nella prima intervista indirizzano l’analisi degli altri casi



Ricominciare l’analisi con ciascuna intervista


Consigliato se il numero di interviste è ristretto


Consente di individuare similarità e differenze

Metodo di analisi dei dati

+


Lista finale dei temi sovra
-
ordinati e dei rispettivi sottotemi per l’intero corpus



1. Living with an unwanted self in private


Undesirable behaviour ascribed to pain


Struggle to accept self and identity


unwanted self


Rejected as true self


Undesirable, destructive self


Conflict of selves


Living with a new self



2. Living with an unwanted self, in public


Shame


Lack of compassion


Destructive social consequences of pain



3. A self that cannot be understood


Lack of control over self


Rejection of change


Responsibility, self vs pain



4. A body separate from the self


Taken for granted


Body excluded from the self


Body presence vs absence


Esempio di progressiva identificazione
dei temi (3)

+


Rilettura di tutte le interviste


verificare che ogni tema sia riconoscibile e che tutti i temi salienti siano stati
identificati


abbiamo imparato qualcosa del mondo psicologico del partecipante?


Attenzione alla pluralità di dimensioni dell’esperienza


Cognitiva


Comportamentale


Fisica


Emotiva


Farsi guidare dalle domande di ricerca ma:


Attenzione! Se i temi riflettono le domande dell’intervista, c’è il rischio che il
ricercatore abbia strutturato l’analisi prima della raccolta dati


Criteri di validità


Processo di codifica, organizzazione, integrazione e interpretazione condotto da più
di un ricercatore (cross
-
validation):


codifica consensuale


set di categorizzazioni e interpretazioni più valido

Metodo di analisi dei dati

+


Criteri metodologici per condurre l’analisi



Analisi sistematica e rigorosa


Per ridurre la complessità dei dati



Analisi interpretativa


Muoversi dalla dimensione descrittiva a quella interpretativa


Non si tratta di una semplice categorizzazione di dati


I risultati non sono fatti: l’interpretazione offerta è solo una delle possibili



Analisi trasparente


Si basa su esempi riscontrati nei dati


I temi devono essere adeguatamente rappresentati dagli estratti



Analisi plausibile


L’interpretazione deve avere senso per tutte le figure coinvolte nella ricerca


Stretta interazione tra l’analista e il testo


Metodo di analisi dei dati

+


Risultati



Set di temi descritti e organizzati secondo un qualche forma di struttura: tabella,
gerarchia, modello


Accompagnare i temi identificati nei racconti dei pazienti con
verbatim

estratti delle
interviste


I temi devono evidenziare sia elementi in comune sia le differenze




Esempio:
Alison

(
Larkin & Griffiths, 2004)


Esempio:

Linda (
Smith, J.A., 2004)


Presentazione dei risultati

+


Confronto con Analisi del Contenuto


IPA non produce analisi quantitative di categorie discrete a partire da dati qualitativi


IPA non parte mai da griglie di categorie precostituite, ne’ da un modello teorico, ne’
da un’ipotesi (ad esempio, le domande di un’intervista) ma ricostruisce la struttura
argomentativa del testo


Nel caso dell’analisi qualitativa del contenuto, l’obiettivo è individuare categorie
mutualmente esclusive e non sovrapponibili





Confronto con
Grounded Theory


IPA seleziona i partecipanti per produrre un’interpretazione significativa della loro
esperienza e non cerca campioni rappresentativi


GT utilizza campioni teorici e procede nella raccolta e nell’analisi dei dati fino alla
saturazione teorica


IPA interessata a comprendere l’esperienza personale


GT interessata a processi psicosociali

Confronto con altri approcci

+

4
buoni esempi di

IPA


Migration and Threat to Identity


(Timotijevic and Breakwell, 2000)



Hepatitis C Infection and Well
-
being


(Dunne and Quayle, 2001)



Anger and Aggression in Women


(Eatough and Smith, 2006)



Identity crisis, loss and adjustment amongst people living with
Chronic Fatigue Syndrome


(Dickson, Knussen and Flowers, 2008)

+

Esempio di ricerca


Smith, JA, Michie, S, Stephenson, M. Quarrell, O, (2002). Risk perception &
decision
-
making processes in candidates for the genetic test for Huntington’s
Disease: an interpretative phenomenological analysis.

Journal of Health
Psychology, 7,

131
-
144



Huntington's Disease (HD)


progressive, neuro
-
degenerative disorder, usually of adult onset


serious motor disability, affective disturbance, and cognitive impairment


no treatment



Predictive testing since 1986


before testing, candidate knows risk status is 50%


testing almost definitive


time of onset is unclear


positive result will also change the risk status of their children from 25% to 50%


how does an individual make such a decision and what are the psychological
consequences of it?

+

Esempio di ricerca


Existing work


primarily quantitative



1. Some studies on factors influencing the decision of whether to test or not
(
Tibben et al.,1993; Codori et al.,
1994)


Typical factors pro testing:


assistance with reproductive decisions


planning for the future


anti testing:


searching for symptoms


being unable to live with the knowledge



2. Most work is on psychological effects of knowing the test result (Tibben et al.
1993a, Bloch et al. 1992)


positive test result can cause psychological distress but usually not major psychiatric
problems

+

Esempio di ricerca


This study


concerned with how does individual make decision?


Procedure


semi
-
structured interview: HD, the test, decision
-
making


taped and transcribed verbatim


analysed

with IPA


Conclusion


IPA concerned with actual instances of life not actuarial incidence


This work useful as real
-
world example of decision making


To help inform genetic
counselling

+

Bibliografia


Smith, J.A, Osborn, M. (2003). Interpretative Phenomenological
Analysis. In J.A. Smith (ed),
Qualitative Psychology
. London: Sage (da
cui tratti molti esempi riportati in queste slides).


Brocki, J.M, Wearden, A.J. (2006).
A critical evaluation of the use of
Interpretative Phenomenological Analysis (IPA) in health psychology
.
Psychology and Health, 21(1), 87
-
108.


Smith, J.A. (2004). Reflecting on the development of interpretative
phenomenological analysis and its contribution to qualitative
research in psychology.
Qualitative Research in Psychology, 1,

39
-
54.


Smith, J., Jarman, M., & Osborn, M. (1999). Doing interpretative
phenomenological analysis. In M. Murray and I. Chamberlain (Eds.).
Qualitative Health Psychology: Theories and Methods

(pp. 218
-
240).
Thousand Oaks, CA: Sage

+

Bibliografia


Reid, K., Flowers, P., Larkin, M. (2005). Exploring lived
experience. The Psychologist, 18(1)


Smith, JA (1996) Beyond the divide between cognition and
discourse: using interpretative phenomenological analysis in
health psychology
Psychology & Health, 11,

261
-
71


Website
http://www.psyc.bbk.ac.uk/ipa/